Proteggi concretamente i bambini

Anche quest’anno, puoi destinare il 5X1000 delle tue tasse (senza alcun onere per te), alla nostra campagna di sensibilizzazione contro l’uso indiscriminato di psicofarmaci su bambini e adolescenti…

Ti basterà scrivere il nostro codice fiscale 97650080019 nel campo “A” (ONLUS) del box dedicato alla destinazione del “cinque per mille”, e firmarlo, lo puoi trovare cliccando nel riquadro rosa qui a destra.

Scarica e stampa il VOLANTINO,dallo al tuo commercialista, o al CAF… e grazie per il tuo aiuto!

IMPORTANTE:

Ricordiamo che: Anche chi non deve presentare la dichiarazione dei redditi può comunque richiedere la scheda al datore di lavoro o dell’ente erogatore della pensione e consegnarla (compilata e in busta chiusa) a un ufficio postale, a uno sportello bancario, che le ricevono gratuitamente, o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti, etc.).

Sulla busta scrivi DESTINAZIONE CINQUE PER MILLE IRPEF e indica cognome, nome e C.F. del contribuente.

Donaci il tuo 5x1000

Per continuare a difendere i bambini dall’abuso di psicofarmaci!

Scarica il file per il tuo commercialista

 

 

Relazioni agli stakeholder

Vuoi sapere cosa è stato fatto in questi anni?

Scarica le relazioni delle attività svolte 

2004/2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
  2012  
2013

Chi siamo

“Negli Stati Uniti ad oltre undici milioni di bambini vengono somministrati quotidianamente anfetamine o psicofarmaci allo scopo di tentare di risolverne i disagi. Nelle scuole italiane, sono stati recentemente avviati programmi di screening di massa per individuare i bambini sofferenti di problemi di carattere psicologico. Se tuo figlio perde le cose, è disattento a scuola, interrompe spesso gli insegnanti od è aggressivo coi compagni di classe, non è detto che sia malato. Prima di sottoporlo ad una cura dagli esiti incerti e dagli effetti collaterali potenzialmente distruttivi, raccogli informazioni complete sul nostro portale, oppure contatta il nostro Comitato per ricevere a casa una pubblicazione gratuita. Spesso un bambino ha solo necessità di essere ascoltato con attenzione. Non etichettare tuo figlio. Ascoltalo!”

Scopri la nostra missione
Google+Blogger PostShare